Sabato, 31 Gennaio 2015 07:54

POWDER DAY - PRATI DI TIVO

Scritto da

27 Gennaio 2015 - Grande giornata di Powder a Prati Di Tivo

Grazie prima di tutto a Maurizio Felici (Guida Alpina e responsabile della sicurezza) per la professionalita' e per averci dato l'opportunità di surfare in sicurezza sulle pendici della Madonnina.
Grazie ad Antonio Riccioni,direttore degli impianti, perche' senza di lui queste cose sarebbero solo un lontano miraggio in Abruzzistan!!!

Lunedì, 29 Dicembre 2014 07:52

POWDER ALARM: SICUREZZA IN MONTAGNA!!!

Scritto da

 Questo messaggio e' rivolto a tutti i FREERIDERS o sedicenti tali... La neve e' arrivata e con essa inizia a girare nel cervello il demone dell freeride; chi e' posseduto da questo diavolo sa bene che quando la polvere chiama il cervello smette di funzionare...ma non dovrebbe essere così!!! Il Freeride e tutto quello che riguarda l'alpinismo invernale e' regolamentato,oltre che dal BUONSENSO e dalla PREPARAZIONE soggettiva in materia, da leggi che sfociano sul penale...

La Legge24 Dicembre,n.363 (Gazzetta ufficiale n.3 del 5 gennaio 2004) Art.17 (sci fuori pista e scialpinismo) dice:
1. Il concessionario e il gestore degli impianti di risalita non sono responsabili degli incidenti che possono verificarsi nei percorsi fuori pista serviti dagli impianti medesimi.
2. I soggetti che praticano lo sci-alpinismo devono munirsi, laddove, per le condizioni climatiche e della neve, sussistano evidenti rischi di valanghe, di appositi sistemi elettronici per garantire un idoneo intervento di soccorso.
Questa legge puo' essere interpretata nel seguente modo: se hai l'attrezzatura (OLTRE CHE LE CAPACITA' E LA PREPARAZIONE PER USARLA n.d.r.) puoi fare freeride purche' non causi problemi agli altri a patto che non ci sia un' ORDINANZA che vieta il passaggio in determinate zone...quindi e' bene sempre informarsi se sussistono tali divieti e soprattutto INFORMARSI SUL REALE GRADO DI PERICOLO VALANGHE ( http://www.aineva.it/

A questo punto pero' bisogna sapere anche che c'e' un'altra legge del codice penale che rende colpevole chi stacca una valanga indipendentemente dalle conseguenze della valanga.
Il problema in Italia è proprio la presenza del reato di valanga colposa previsto dagli articoli 426 e 449 del codice penale che puniscono chi crea non volontariamente una valanga indipendentemente dalla sua effettiva potenzialità lesiva (e quindi dal fatto che arrivi o meno in pista, faccia danni o morti) . La norma maggiormente criticata e' proprio questa : l’art. 426 del codice penale nella sua fattispecie colposa prevista dall’art. 449 c.p. (Riporto il testo delle due norme. Art. 426 c.p. che stabilisce la pena nel caso di valanga dolosa (volontaria): “Chiunque cagiona un’inondazione o una frana, ovvero la caduta di una valanga, è punito con la reclusione da cinque a dodici anni.” ; Art. 449 c.p. che stabilisce la pena nel caso di colpa e non dolo: “Chiunque, al di fuori delle ipotesi previste nel secondo comma dell’articolo 423-bis, cagiona per colpa un disastro preveduto dal capo primo di questo titolo, è punito con la reclusione da uno a cinque anni.”

Concludendo, oltre ad avere il cervello connesso e l' Artva acceso, e' necessaria una forte dose di buonsenso e preparazione quando si va fuori dalle piste!!!Se non siete sicuri delle vostre capacita' armatevi di buonsenso e contattate le Guide Alpine per fare freeride in sicurezza!!!

HAVE A NICE POWDER
Vincenzo

Venerdì, 19 Dicembre 2014 19:45

CIAO PINO

Scritto da
Lunedì, 27 Ottobre 2014 08:39

Ottobre Firn Festival

Scritto da

Come dal titolo del video di Maurizio Casalini, quest'anno Ottobre ci ha regalato una bella botta di bianco: c'e' chi era a scalare su roccia e chi ha gia' tirato fuori l'attrezzatura da neve alla prima devicata di stagione, addirittura il Majelletta We Jump team ha tirato fuori le attrezzature dello snowpark per regalare ai riders del centro Italia una giornata di freestyle: non si scia solo in val Senales!!!

Martedì, 07 Ottobre 2014 18:24

Primo Festival della Montagna a L'Aquila

Scritto da

Quattro fantastici giorni dedicata alla montagna, al Parco del Castello dell'Aquila, in occasione della prima edizione del Festival della Montagna.
Stracolmo l'auditorium del Parco in tutte le conferenze in particolare quando la francese Catherine Destivelle, leggenda dell'alpinismo mondiale, nonché madrina del Festival, ha incantato il pubblico. (Testo Mariana Adornati - AbruzzoWeb)

Martedì, 16 Settembre 2014 07:22

Magia di Calcare - Official Teaser

Scritto da

Risk 4 Sport finalmente presenta la versione ufficiale del trailer di "Magia di Calcare".
Magia di Calcare è un documentario che racconta come è stata realizzata la guida di arrampicata sui massi del Gran Sasso d'Italia.
Il film racconta la passione per l'arrampicata, l'amore per la natura, meravigliosi paesaggi e natura, l'amicizia e il grande amore per la montagna.
Realizzare tecnicamente il film ed arrampicare simultaneamente è stato un lavoro difficile.
La presentazione ufficiale sarà il 5 Ottobre a L'Aquila in occasione del Festival della Montagna.

DA NON PERDERE ASSOLUTAMENTE!!!

Magia Di Calcare - Official Teaser from risk4sport on Vimeo.

 

 

Il veleno dei calabroni e delle vespe causa il doppio di reazioni di tipo allergico rispetto a quella delle api. Ma perché sia letale, servono in media 100 morsi. Lo sapevate? Ecco a voi un articolo medico sui morsi da imenotteri – ossia api, vespe, calabroni, bombi e formiche – che durante la stagione estiva in montagna possono creare molti fastidi o problemi anche gravi.

Martedì, 01 Aprile 2014 17:37

Wild Climb Pantera 2.0

Scritto da

Scarpetta da prestazione per vie estreme. Precisione su appoggi millimetrici e buchetti. Ideale per arrampicata su placche tecniche leggermente strapiombanti, boulder e indoor di alto livello.
La scarpetta più evoluta di sempre da avere assolutamente (grazie al rivoluzionario HTS sistema anti-torsione del piede) nasce da un nuovo concetto di calzata e di arrampicata.

Questo interessante articolo mi e' stato inviato dal boss della Wild Climb in persona, Mauro Marcolin, per farci conoscere come si lavora all'interno dei laboratori di www.ilrisuolatore.it e come da esso nascono anche le famose scarpette Wild Climb.

Martedì, 24 Dicembre 2013 11:37

"Il Porcellum" @ Fano Adriano

Scritto da

E' il 22 Dicembre, e alle porte del Natale in Abruzzo ancora si arrampica in falesia a maniche corte. Nella Falesia di Fano Adriano (TE) c'e' un nuovissimo multipich: "Il Porcellum" provato a pochi giorni della spittatura.

Studiato e creato dalle menti di Gianluca Di Benedetto e Paolo De Laurentis, si aggiunge alle altre vie a piu' tiri di Fano Adriano e si compone di 4 belle linee per un totale di circa 100 mt forse piu' che meno: parte a sinistra della vicina via chiamata "7F" per finire sulla stessa sosta finale in cima alla falesia.

01

02

Il Primo tiro gia' ci avverte del grado della via: su roccia ancora sporca a causa della recentissima spittatura si traversa verso sinistra, su placca, tacchette e scaglie fino alla chiusura ben ammanigliata,  fino alla prima sosata. Grado? Siamo sul 6A.

03

Manuela sul traverso del primo tiro

04

Dalla sosta si riparte subito con due bei monoditi in verticale per piegare leggermente a sinistra per 30 metri... qui il gioco si fa un po meglio ma non piu' facile, perche' lungo la via troviamo anche belle ronchie da tirare ma anche passaggini in aderenza non del tutto da ridere...per il grado siamo molto vicini al precedente; forse a causa della presenza dei bei maniglioni anche qualcosa in meno: diciamo un bel 5C+ 

05

06

Manuela "spalmata" in placca sul secondo tiro

07

08

Dalla sosta del secondo tiro parte un collegamento segnalato da una corda fissa, su "facile prato" fino ad arravare al secondo corpo roccioso in alto a sinistra che ingloba gli altri due tiri sempre su roccia bellissima, anche se ancora un po polverosa e sporchina a causa della giovane eta'.

09

La partenza del terzo tiro

10

Il terzo tiro gradato dagli apritori 6A+, e' quello piu' difficilino perche' comprende un passaggino delicato su placca a mio avviso di 6B pieno, per il resto e' ben protetto e molto divertente.

11

Stefano, Fabio e Massimo sul terzo tiro

12

I due tiri, con un po di cautela nell'allungare le protezioni nei punti di curvatura, possono essere uniti con un unico tiro con una corda di almeno 70 mt per saltare la sosta tra il 3° e 4° che e' abbastanza aerea...

13

14

Appesi alla sosta del terzo tiro.

15

Manu sul passaggio chiave del terzo tiro

16

17

Il quarto tiro e' quello defaticante che porta alla fine della via: siamo sul 5C ben ammanigliato ma perniente banale... se si sbaglia l'interpretazione della linea si finisce su placche lisce di grado bello alto!!! Questo tiro mette alla prova l'intelligenza verticale per sconfiggere la parete nel suo lato piu' debole!!!

18

Manu mi assicura appesa alla sosta del 3° tiro.

19

...e dopo questi bei tiri si arriva incima alla parete rocciosa su una sosta sotto ad un grosso masso molto comoda!!!

20

Per uscire dalla via si puo' optare per un sentierino un po aereo a sinistra del masso oppure si puo' continuare ad arrampicare ancora per qualche metro proprio addosso al masso (sempre protetti da spit).

21

Per tornare a valle basta seguire l'intuitivo sentiero in cresta che curva a sinistra segnalato da piccoli omini di pietra.

22

23

24

Si scende giu' per un brecciaio che si ricongiunge alla discesa dell'altro multipich "gli alberelli" e si torna al punto di partenza in pochi minuti di cammino.

25

Quando siamo riscesi dalla via abbiamo trovato Gianluca che stava appena liberando l'ultimo progetto "Goccia d'Argento": seconda libera dopo quella di Paolo qualche giorno prima.

La via e' consigliatissima a chi ama le vie a piu' tiri e non ha paura di trovarsi in ambiente "montano", le soste sono tutte ben attrezzate con catena e moschettone e in caso di "rinuncia" i primi due tiri possono essere scesi in moulinette con una corda da 80 Mt in un unico tiro e tra gli altri due tiri, Paolo ha attrezzato un percorso protetto da corde fisse che porta fino alla cima dove c'e' il sentiero.

BUON DIVERTIMENTO!!!

 

 

 

 

Pagina 3 di 4

NEWS

  • AbruzzoVerticale & Climbook
    AbruzzoVerticale & Climbook Grazie alla collaborazione con il famoso sito CLIMBOOK, per gentile concessione del webmaster Mr.Alessandro Jolly Lamberti e del suo staff,da…
  • Nuove Vie a Fano Adriano
    Nuove Vie a Fano Adriano La falesia di Fano Adriano (TE) si sta arricchendo a vista d'occhio di nuove vie: oltre alle presenti si stanno…
  • El Cap: Barcollo ma... non mollo!!!
    El Cap: Barcollo ma... non mollo!!! 27 Ottobre 2013 - El Cap Presenta: barcollo ma...non mollo!!!Pre-iscrizione obbligatoria attraverso sito fasi, attraverso mail per gli amatori a…
  • Block'In'Loft
    Block'In'Loft Domenica 13 Ottobre 2013, Spoltore (Pe), gara d'arrampicata su struttura artificiale...tutte le info sulla locandina.          
  • MARATONA VERTICALE - FALESIA DEL VERDIN
    MARATONA VERTICALE - FALESIA DEL VERDIN Domenica 8 settembre 2013Una giornata interamente dedicata al verticale.Falesia del Verdin a Montebello di Bertona (PE)Otto ore di arrampicata:8.30 -…